Cosa sono i Sassi di Matera

Come nascono i Sassi di Matera

L’avvicendarsi di popolazioni nel corso dei secoli ci lascia un intricato sistema abitativo unico al mondo, in cui il costruito si sovrappone allo scavato. 

In questo articolato groviglio di case, chiese e cantine possiamo individuare almeno 6 periodi differenti

1.Preistorico: tracce di villaggi trincerati del periodo neolitico

2.Medievale

  • Habitat della civiltà rupestre di matrice orientale collocabile a cavallo dell’anno 1000 (IX-XI secolo), che costituisce il sostrato urbanistico dei Sassi, con i suoi camminamenti, canalizzazioni, cisterne;
  • civitas di matrice occidentale normanno-sveva (XI-XIII secolo), con le sue fortificazioni

3.Espansione rinascimentale (XV-XVI secolo)

4.Sviluppo urbanistico barocco, con l’istituzione della Sacra Regia Udienza (XVII-XVIII secolo)

5.Età Contemporanea

degrado igienico-sociale del XIX e della prima metà del XX secolo con lo sfollamento disposto con legge nazionale negli anni cinquanta

6.Periodo attuale con il recupero iniziato a partire dalla legge del 1986.

Con che criterio sono stati fatti i Sassi di Matera

Architettura in negativo - l'arte del vuoto nel pieno

I Sassi sono una testimonianza della capacità dell’uomo di adattarsi all’ambiente naturale utilizzando il territorio come risorsa principale: strutture architettoniche costituite da due sistemi sovrapposti. Parliamo dell’architettura in negativo ovvero l’arte di ricavare il vuoto dal pieno contrapponendosi alla consueta architettura in positivo che vede creare volumetria nello spazio disponibile (pieno nel vuoto)

Cosa sono oggi i Sassi di Matera

I Sassi sono parte integrante di un intervento di recupero volto alla conservazione e alla valorizzazione delle peculiarità costruttive che si distinguono fra

Cisterne e Cantine

Chiese Rupestri e Cripte

Le antiche strutture abitative, dopo anni di abbandono e degrado, oggi tornano ad essere vissute e in alcuni casi convertite in strutture ricettive, ristorative e artigianali.

Cosa sono i Sassi di Matera

Caricamento...
Ops!
Stai utilizzando un broswer che non sopportiamo pienamente. Per favore aggiornalo per un'esperienza migliore.
Il nostro sito funziona al meglio con Google Chrome.
Come aggiornare il broswer